Giovedi 26 aprile alle ore 9.15, i bikers partecipanti al fotorally sosteranno in piazza Doria per godersi un buon caffe` e visitare il Castello, immortalando scatti che diverranno “souvenir” promozionali in viaggio lungo la penisola. Il Fotorally dei Vulcani è un nuovo viaggio itinerante organizzato dal promoter Ugo Filosa School&Tour. Questa volta dalle pendici del Vesuvio si raggiungera` l’Etna percorrendo più di 1.000 km, gran parte dei quali in fuoristrada. 3 regioni, Campania, Calabria e Sicilia che hanno appoggiato anche questa nuova escursione, e centinaia di comuni coinvolti, parte dei quali hanno offerto ristori e ospitalità alla carovana del Fotorally dei Vulcani. Gli equipaggi affronteranno i due tragitti paralleli, il primo definito Hard con diversi passaggi impegnativi in fuoristrada, l’altro più Soft ma non meno affascinante per paesaggi e percorsi. Una iniziativa promozionale che l’amministrazione angrese ha accolto con entusiasmo, sostenendo la proposta dell’organizzatore Ugo Filosa, che ha ritenuto bello e interessante proporre ai partecipanti, una pausa caffe` all’ombra della Torre.
Dichiarazione Sindaco Cosimo Ferraioli: “Promozioniamo la nostra citta` accogliendo motociclisti-turisti che porteranno nelle loro realta` le nostre bellezze architettoniche. Un turismo particolare che ha scelto Angri per una breve tappa, prima del “grande viaggio” che portera` la carovana in moto fino alle pendici dell’Etna, utilizzando percorsi sterrati, proponendo un’Italia bella ed incontaminata”.
Dichiarazione assessore al Turismo Giuseppe D’Ambrosio: “Non potevamo farci sfuggire questa occasione. Come assessore al Turismo ho accolto la proposta degli organizzatori, mettendo a disposizione quanto necessario per favorire, nella maniera piu` accogliente, la breve sosta dei motociclisti nella nostra citta`. Un modo per promuovere Angri Citta` d’Arte e per ospitare al meglio, i tanti bikers, che affronteranno l’impegnativo viaggio off-road”.

It's only fair to share...Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin