I quattro successi di fila e l’imbattibilità nel turno di ritorno non hanno appagato la fame di vittorie e di punti della Givova Scafati. L’appetito vien mangiando ed il raggiungimento della seconda piazza del girone ovest del campionato di serie A2 ha motivato a mille la compagine dell’Agro, desiderosa di allungare la striscia di risultati utili consecutivi e di provare ad imporsi anche su un campo duro e prestigioso come il PalaEstra, sede delle gare interne della Sounfreef Siena. I toscani sono posizionati a metà classifica, ma nelle ultime settimane sono apparsi in netta crescita. Dinanzi ai propri sostenitori poi non intendono mollare un centimetro e cercheranno il modo per riuscire ad imporsi, facendo leva sulle motivazioni che coach Matteo Mecacci, senese doc, cercherà come al solito di trasmettere alla squadra. Un roster, quello bianco verde, che, a prescindere dalla posizione di classifica, ha nomi importanti, a partire dallo statunitense Ebanks (centro), miglior realizzatore con 22 punti di media a partita, per poi passare all’ultimo arrivato Kyzlink (guardia della Repubblica Ceca, recentemente subentrato a Turner, ceduto al Cuore Napoli), che in soli tre incontri è diventato il miglior assist-man dei suoi (3,7 di media a gara). In mezzo, poi, un gruppo di italiani di comprovata esperienza ed affidabilità, come l’ala piccola Sandri (10,9 punti di media), il playmaker Saccaggi (50% di realizzazione da tre punti), l’ala grande Vildera (miglior rimbalzista dei suoi, con 7,5 palle in media recuperate sotto le plance), la guardia Casella, l’ala grande Lestini (ex di turno, ha giocato a Scafati nella stagione 2014/2015 in serie A2) ed il playmaker di scorta Borsato. Infine, completano l’organico alcuni giovanissimi e promettenti atleti, come il centro Simonovic, l’ala grande Cepic e la guardia Ceccarelli. Con pochi allenamenti sulle spalle e tanta voglia di fare bella figura, la Givova Scafati proverà a mettere dei sassolini negli ingranaggi dei biancoverdi, per riuscire ad espugnare il rettangolo di gioco toscano e tornare a casa con altri due punti in carniere, facendo magari leva sulla voglia di ben figurare di due ex della sfida: l’ala piccola Ranuzzi (a Siena in serie B nella stagione 2014/2015 e in serie A2 nella stagione 2015/2016) e l’ala centro Ammannato (cresciuto nelle giovanili della Mens Sana). Dichiarazione dell’allenatore Giovanni Perdichizzi: «A Siena ci attende una partita dura, perché dobbiamo recuperare le energie, abbiamo la trasferta da affrontare e poco tempo per preparare la partita. In casa, la Mens Sana gioca una pallacanestro brillante, fatta di corsa e di intensità. Sarà importante il nostro atteggiamento difensivo e la gestione del ritmo partita. Ricaricare le batterie è fondamentale, per trovarci pronti ad affrontare una battaglia contro una squadra che sta lentamente risalendo la classifica e tra le mura amiche ha fatto vittime illustri. Dobbiamo stare sul pezzo, non abbassare la guardia e continuare a difendere come abbaiamo fatto contro Roma. I due stranieri Ebanks e Kyzlink sono ottimi giocatori: il primo è un gran realizzatore; il secondo, rispetto al suo predecessore Turner, è atleta che dà maggiore dinamicità ed apre meglio il campo. Non vanno dimenticati poi giocatori del calibro di Saccaggi, Casella e Sandri, che potrebbero metterci in grossa difficoltà. Dovremo essere bravi a sfruttare i vantaggi che si presenteranno nel corso della partita». Dichiarazione dell’ala piccola Alex Ranuzzi: «Stiamo lavorando sodo, restando concentrati negli allenamenti, e siamo stati bravi nelle ultime quattro partite a mettere aggressività, intensità e a rispettare il piano partita del coach, riuscendo ad ottenere quattro vittorie consecutive. Ci attende ora una partita insidiosissima al PalaEstra, anche perché la Mens Sana vuole riscattarsi dalla sconfitta subita a Napoli e mi aspetto un clima infuocato. Sarà una grande emozione scendere in campo da ex a Siena, che per me è una seconda casa, dove ho ancora tanti amici, ai quali sono molto legato affettivamente, ma sono un professionista e voglio onorare la mia amicizia con la città toscana dando il massimo in campo. Rispetto alla gara d’andata, la Mens Sana ha cambiato il playmaker e l’allenatore, che conosco molto bene e che sono certo imposterà la gara soprattutto sotto l’aspetto del fisico e dell’aggressività. Dovremo provare ad interrompere le loro linee di passaggio. Non dobbiamo arrivare rilassati alla sfida, ma riprenderci in trasferta quei punti che su altri campi non siamo riusciti a conquistare». Arbitreranno l’incontro i signori Cappello Calogero di Porto Empedocle (Ag), Radaelli Roberto di Rho (Mi) e Morassutti Alberto di Sassari.

It's only fair to share...Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin