Foto dal web

Foto dal web

Voragini che si aprono in strada, luci spente, criminalità in crescita, alberi che cadono, insomma, la città crolla a pezzi. Questa mattina, poco dopo le 12,30, un albero cade su un auto. La tragedia si è sfiorata in piazza Falcone Borsellino e proprio davanti la scuola di Via Genova. Non è la prima volta che accade, ma sarebbe bastato qualche minuto in più ed invece di subirne i danni solo un automobilista, quella piazza e strada, sarebbe stata affollata di bimbi e genitori all’uscita di scuola. Che dire, la città diventa sempre più insicura, basta leggere le lamentele che circolano sui gruppi nei vari social per capire che il cittadino scafatese soffoca sempre di più. “Cammini per strada con la paura che ti crolla la strada sotto -commenta una Signora fuori la scuola- vai a prendere i figli a scuola e devi stare lontana dagli alberi che possono cadere, la sera devi scegliere in che strada camminare perchè molte sono al buio, non puoi rivolgerti a nessuno perchè la prima cosa che ti dicono <ci sono i Commissari> e cosa significa? Dobbiamo morire così? Sono lo stato e dovrebbero tutelarci di più, poi è inutile lamentarci quando le persone se ne vanno in altre città più vive”. Insomma, un’altra tragedia sfiorata, ma cosa dovrà davvero accadere per cominciare a prendere seri provvedimenti?

It's only fair to share...Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin