Inizia alla grande la giornata per i canarini: come un orologio svizzero perfettamente coordinato la Scafatese mette in scena uno schema da calcio d’angolo che libera al tiro il nuovo arrivato Pirone, autore del vantaggio con un preciso tocco di interno destro.
Gli uomini di Macera intuiscono di avere una marcia in più rispetto agli ospiti e sfiorano il raddoppio due volte, prima al 16’ con un preciso destro di Martone deviato in angolo, e poi al 27’, con la staffilata improvvisa di Allegretta bloccata in due tempi dall’estremo difensore Lamberti. Per l’esterno gialloblu scatta lo stesso l’ora del gol: al 35’ Di Giacomo si invola sulla fascia sinistra e serve al centro dell’area proprio il numero 11 gialloblu che, a porta sguarnita, sigla il raddoppio.
La ciliegina sulla torta della prima frazione arriva nel recupero, quando uno scatenato Di Giacomo va via nuovamente al diretto avversario e serve a Martone un cioccolatino solo da scartare: il centravanti gialloblu ringrazia, mette in rete con un preciso colpo di testa e manda i suoi uomini negli spogliatoi con un vantaggio di 3 gol.
Nella ripresa i granata provano a farsi vedere dalle parti dell’area gialloblu al 51’ con una plastica rovesciata di Forino diretta nello specchio della porta; sarebbe un gol spettacolare se non fosse per le doti atletiche di un volante Ciccarelli che si arrampica all’incrocio e dice di no, bissando la parata anche un minuto dopo sul destro dalla distanza dello stesso numero 11.
Ma la folata della squadra di Paestum è solo un sussulto perché la Scafatese torna a macinare gioco: al 57’ Pirona va via sulla sinistra e serve Marano che conclude alto, al 59’ magia del capitano Avino che pesca Martone che però non riesce a correggere in rete, al 63’ ancora il capitano, con una trivela, colpisce la parte alta della traversa.
Occasione d’oro capita al minuto 67 con il contropiede di Allegretta: il numero 11 percorre tutto il campo a velocità supersonica ma, da solo contro Lamberti, non trova la lucidità per realizzare la doppietta personale. Il poker arriva lo stesso allo scadere: Macera fa esordire il giovane classe 1999 Alessandro Nocerino (sostituendo uno stremato Allegretta) e proprio l’under, al 90’, bagna la prima presenza con la maglia gialloblu con un gol gioiello, pennellando all’incrocio di sinistro la palla del 4-0.
Il triplice fischio finale del direttore di gara Milito di Nocera Inferiore restituisce il primato a una bella e solida Scafatese. La settimana prossima altra sfida casalinga contro il Buccino.

It's only fair to share...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn