Termina 1-1 la sfida del sabato tra Alfaterna e Scafatese che vale il primo pareggio stagionale per gli uomini di Mister Macera e chiude la striscia di vittorie consecutive in trasferta per gli uomini in maglia gialloblu. Sul campo in erba sintetica dell”Alfaterno” di Nocera Superiore sono proprio i canarini a rendersi pericolosi per primi con una transizione offensiva orchestrata da Scognamiglio, ricamata dalla sponda di Esposito e conclusa con un tiro di Marano, con l’estremo difensore Caso che si distende sulla destra e devia in angolo. La Scafatese si rifà vedere nuovamente in avanti al 33′ con un tiro del capitano Avino e ancora una volta allo scadere della prima frazione con una conclusione di Scala deviata in angolo dalla retroguardia rossonera dopo uno schema su calcio piazzato. La ripresa si apre nuovamente all’insegna della compagine gialloblu con il cross di Avino del minuto 50 sul quale Esposito non riesce a imprimere la deviazione vincente. 5 minuti più tardi iniziano i 120 secondi clou di un indemoniato Allegretta: il numero 10 canarino prima impensierisce Caso con una insidiosa conclusione dalla distanza e poi, inserendosi tempestivamente in area, si procura e realizza il calcio di rigore che vale il vantaggio. I padroni di casa provano il forcing nel tentativo di trovare il pareggio e al minuto 72 riescono nell’intento con un altro tiro dal dischetto calciato perfettamente da Cavezza, nonostante Ciccarelli avesse intuito l’angolino. La Scafatese reagisce e crea altre due palle gol, ma i tiri dal limite di Marano prima e Amendola poi vengono entrambi deviati in angolo (a fine partita saranno ben 11 i corner in favore dei gialloblu). Capitano in casa Alfaterna, però, le due occasioni più ghiotte per chiudere il match: il numero 11 Di Giacomo prima non riesce a deviare verso la porta su assist di Comarco e poi, in pieno recupero, lanciato da solo contro Ciccarelli sbaglia clamorosamente non centrando lo specchio. L’ultimo brivido canarino, invece, lo regala il subentrato Faggiano, bravissimo a leggere il tempo per l’ingresso in area ma sfortunato sul colpo di testa. Il triplice fischio finale del direttore di gara Crispino di Frattamaggiore stacca nuovamente la Scafatese dalla coppia in vetta Salernum e Polisportiva Santa Maria. E, ironia della sorte, saranno proprio le due capoliste i prossimi avversari della squadra di Macera, per quelli che risulteranno essere 15 giorni davvero bollenti.

It's only fair to share...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn